Crea sito

Pasquale Villari

Pasquale Villari, 1860:

“il governo che, uscendo dalla rivoluzione, veniva a governare queste province, doveva assumere l’indirizzo di tutta la cosa pubblica; giacché sperare che un popolo, il quale si era abituato a credere che il governo era tutto, potesse ad un tratto persuadersi che il popolo è tutto, che esso deve provvedere a se stesso, era per lo meno strano[…]

S’è dimostrata una diffidenza strana verso i napoletani. Non solo si è creduto, ma si è avuta anche la poca accortezza di ripetere ogni ora che il Piemonte doveva moralizzare i napoletani con l’infondere loro il rispetto di se stessi[…]

S’è distrutto e non s’è mai edificato